sabato 17 dicembre 2016

Ludwig van Beethoven: cronologia della vita e delle opere

Ludwig van Beethoven
(Bonn, 17 dicembre 1770 – Vienna, 26 marzo 1827)

1770 II 17 dicembre Ludwig van Beethoven viene battezzato a Bonn. Suo padre Johann (1740 ca.-1792) è tenore della Cappella di corte; il nonno Ludwig (1712-1773) è, dal 1761, maestro della stessa Cappella.


1778 Concerti pubblici a Bonn, a Colonia e in Olanda con limitato successo.

1782 Pubblica le Variazioni su una marcia di Dressler per pianoforte. Christian Gottlob Neefe (1748-1798), stabilitosi a Bonn nel 1779 come direttore di una compagnia teatrale diventa organista di corte e dà lezioni a Beethoven.

1784 Compone il Concerto in mi bemolle maggiore per pianoforte e orchestra. Entra in contatto con la famiglia Brüning. È nominato organista di corte.

1787 In primavera-estate breve viaggio a Vienna, dove forse incontra Mozart. In luglio è
nuovamente a Bonn.

1788 È nominato violinista nell’orchestra del Teatro di corte.

1789 Si iscrive all’Università di Bonn, facoltà di filosofia.

1790 Compone la Cantata per la morte di Giuseppe II.

1792 Franz Joseph Haydn, di ritorno dall’Inghilterra, si ferma a Bonn e incontra Beethoven, il quale, il 2 o 3 novembre, parte per Vienna, dove si stabilisce.

1793 Corso di studi con Haydn. Prende lezioni anche da Johann Schenk (1753-1836).

1794 Studia con Johann Georg Albrechtsberger (1736-1809) e Antonio Salieri (1750-1825).

1795 In marzo primi concerti pubblici a Vienna al Burgtheater, durante i quali esegue, fra l’altro, i Concerti per pianoforte e orchestra op. 15 e op. 19. Pubblica Tre Trii per pianoforte, violino, violoncello op. 1.

1796 Giro concertistico a Praga, Bratislava, Dresda, Lipsia, Berlino, su cui si hanno poche notizie. Pubblica le Tre Sonate per pianoforte op. 2.

1798 Pubblica le Tre Sonate per pianoforte op 10. Primi sintomi della sordità.

1799 Pubblica la Sonata “Patetica” per pianoforte op. 13; Tre Sonate per pianoforte op 10. Entra in contatto con le sorelle von Brunsvik e con Giulietta Guicciardi.

1800 Il 2 aprile prima esecuzione della Prima Sinfonia e del Settimino (Holburgtheater, Vienna).
1801 Compone la Sonata “Al chiaro di luna” per pianoforte op.27 n. 2. Pubblica i Sei Quartetti per archi op. 18. II 28 marzo prima rappresentazione del balletto Le Creature di Prometeo (Hofburgtheater, Vienna).

1803 Il 5 aprile prima esecuzione della Seconda Sinfonia, del Terzo Concerto per pianoforte e orchestra e dell’Oratorio Cristo sul monte degli olivi (Theater an der Wien, Vienna). Fra maggio e ottobre risiede nel sobborgo viennese di Heiligenstadt, dove, il 6 e il 10 ottobre, scrive il Testamento.

1805 Pubblica la Sonata a Kreutzer per pianoforte e violino op. 47 e la Sonata “Aurora” per pianoforte op. 53. Il 7 aprile prima esecuzione pubblica della Sinfonia “Eroica” (Theater an der Wien, Vienna). Il 20 novembre prima rappresentazione dell’opera Fidelio, prima redazione (Theater an der Wien, Vienna).

1806 Compone le Trentadue Variazioni in do minore per pianoforte. Il 29 marzo prima rappresentazione dell’opera Fidelio, seconda redazione (Theater an der Wien, Vienna). Il 23 dicembre prima esecuzione del Concerto per violino e orchestra (Theater an der Wien, Vienna).

1807 Pubblica la Sonata in fa minore “Appassionata” per pianoforte op. 57. In marzo prima
esecuzione del Quarto Concerto per pianoforte e orchestra, della Quarta Sinfonia e dell’Ouverture Coriolano (Palazzo principe Lobkowitz, Vienna).

1808 Pubblica i Tre Quartetti per archi op. 59. Il 22 dicembre prima esecuzione della Quinta Sinfonia, della Sesta Sinfonia “Pastorale”, di alcune parti della Messa in do maggiore op. 86 e della Fantasia per pianoforte, coro e orchestra op. 80 (Theater an der Wien, Vienna).

1809 Con un documento datato 1° marzo l’arciduca Rodolfo e i principi Kinsky e Lobkowitz si impegnano a versare annualmente a Beethoven una somma a titolo di pensione, a condizione che egli rimanga a Vienna. II 12 maggio, dopo l’assedio e il bombardamento, Vienna si arrende alle truppe napoleoniche.

1810 Il 15 giugno prima esecuzione delle musiche di scena per l’Egmont di Goethe (Hofburgtheater, Vienna).

1811 Pubblica la Sonata degli addii per pianoforte op. 81a. II 28 novembre probabile prima
esecuzione del Quinto Concerto per pianoforte e orchestra (Gewandhaus, Lipsia).

1812 Il 9 e l’11 febbraio, per l’inaugurazione del Teatro Tedesco di Pest, rappresentazione di II Re Stefano e Le Rovine d’Atene di Kotzebue, con musiche di scena di Beethoven, rispettivamente op. 117 e op. 113. Fra il 6 e il 7 luglio scrive a Teplitz la lettera «all’immortale amata»: pochi giorni dopo incontra Goethe.

1813 L’8 e il 12 dicembre importanti concerti beethoveniani: vennero eseguite per la prima volta La vittoria di Wellington e la Settima Sinfonia.

1814 II 27 febbraio prima esecuzione dell’Ottava Sinfonia (Redoutensaale, Vienna). L’11 aprile prima esecuzione del Trio Arciduca per pianoforte, violino e violoncello op. 97 (Hotel zum Rdmischen Kaiser, Vienna). II 23 maggio prima rappresentazione dell’opera Fidelio, terza e ultima redazione (Teatro di Porta Carinzia, Vienna). II 29 novembre concerto in onore dei monarchi e statisti partecipanti al Congresso di Vienna (iniziato il 4 ottobre), durante il quale viene ripetuta La vittoria di Wellington e la Settima Sinfonia, ed eseguita, per la prima volta, la cantata Il glorioso momento op. 136 (Redoutensaale, Vienna).

1815 In novembre muore il fratello Caspar Carl, e il nipote Karl passa sotto la tutela di Beethoven. Sorge una complessa controversia con la madre Johanna Reiss che ha termine nel 1820 con la sentenza del tribunale in favore di Beethoven. Il 25 dicembre prima esecuzione della cantata Meeresstille und Gluckliche Fahrt per coro e orchestra op. 112 e della Ouverture op. 115 per l’onomastico dell’Imperatore (Redoutensaale, Vienna).

1816 Pubblica Lieder An die ferne Geliebte per canto e pianoforte op. 98.

1817 Pubblica la Sonata per pianoforte op. 101.

1819 Pubblica la Sonata per pianoforte op. 106. È ormai quasi completamente sordo.

1821 Pubblica la Sonata per pianoforte op. 109.

1822 Pubblica la Sonata per pianoforte op. 110 e la Sonata per pianoforte op. 111. II 3 ottobre, per l’inaugurazione del rinnovato Teatro della Josephstadt di Vienna, rappresentazione di La consacrazione della casa, spettacolo celebrativo con musiche di Beethoven, in parte nuove, come l’Ouverture op. 124, in parte adattate da Le rovine d’Atene.

1823 Pubblica le 33 Variazioni su un valzer di Diabelli op. 120.

1824 Il 18 aprile prima esecuzione della Missa Solemnis op. 123 (San Pietroburgo). Il 17 maggio prima esecuzione della Nona Sinfonia (Teatro di Porta Carinzia, Vienna).

1825 Il 15 ottobre si stabilisce nella Schwarzspanierhaus, ultima delle circa 30 residenze viennesi.

1826 Pubblica il Quartetto per archi op. 127.

1827  II 26 marzo muore a Vienna. Vengono pubblicati postumi i Quartetti per archi op. 130 (maggio), op. 131 (giugno), op. 132 (settembre), op. 135 (settembre).


(Testo per gentile concessione ©Teatro Lirico di Cagliari)