venerdì 5 agosto 2016

“Coppélia ou La Fille aux yeux d’émail”: la trama

(Foto: thelowry.com)
Coppélia, ou La Fille aux yeux d’émail (Coppelia o La ragazza dagli occhi di smalto)

Balletto in 2 atti e 3 quadri



Coreografia originale: Arthur Saint-Léon (Parigi, 17 settembre 1821  Ivi, 2 settembre 1870)

Libretto: 
Charles Nuitter (Parigi, 24 aprile 1828  Ivi, 23 febbraio 1899) e Arthur Saint-Léon dal racconto di E.T.A. Hoffmann (Königsberg, 24 gennaio 1776 – Berlino, 25 giugno 1822) L’uomo di sabbia 

Musica
Leo Delibes (La Flèche, 21 febbraio 1836  Parigi, 16 gennaio 1891)

Prima rappresentazione: 25 maggio 1870, Opéra, Parigi

La trama
Le vicende si svolgono in un piccolo villaggio della Galizia

Atto I
Piazza del villaggio con, ai lati, due case: la prima è del dottor Coppélius, fabbricante di giocattoli; l’altra è di Swalinda, adolescente e fidanzata di Franz

Swalinda è un’adolescente innamorata di Franz: un giorno scopre, però, che il suo fidanzato è attratto da una fanciulla intenta a leggere un libro seduta sul balcone di casa del dottor Coppélius, nascosta da un ventaglio. In realtà, la misteriosa ragazza che appare sul balcone altro non è che un automa costruito dal fabbricante di giocattoli: ignorando la verità, in preda alla gelosia, Swalinda lascia Franz. Nel frattempo, la piazza del paese si riempie di folla: un duca ha, infatti, deciso di donare una nuova campana per la chiesa e, a chi si sposerà, il giorno seguente promette una borsa piena d’oro. Tutti gli abitanti del villaggio danzano nella piazza; Swalinda balla con le sue amiche e raccoglie una spiga: secondo un’antica leggenda se una ragazza sente risuonare il grano nello stello della spiga il suo amore è sincero. Swalinda non sente nulla e si convince che Franz non sia realmente innamorato di lei. Giunta la sera, approfittando del fatto che il dottor Coppélius, uscendo di casa, perde le chiavi, la fanciulla decide di entrare in casa, con le sue amiche, per conoscere da vicino la sua rivale; anche Franz ha avuto la stessa idea e prova con una scala a intrufolarsi dal balcone. Nel frattempo, anche Coppélius tornato a casa.

Atto II
Quadro I
Laboratorio del dottor Coppélius

La stanza al piano superiore della casa del dottor Coppélius è, in realtà, un laboratorio pieno di bambole meccaniche: Swalinda scopre, così, che la sua rivale è soltanto un automa. Le sue amiche, felici della notizia, azionano tutte le bambole ma, proprio in quel momento, Coppélius irrompe nel laboratorio e caccia via tutti, tranne Swalinda. Quest’ultima si è, infatti, nascosta prendendo il posto di Coppélia. In quell’istante Franz entra dalla finestra e dichiara al dottore di essere innamorato di sua figlia: Coppélius decide allora di offrirgli del vino narcotizzato: dopo poco Franz si addormenta. Il dottore porta la bambola (che, in realtà, ora è Swalinda) sperando di trasferire la vita dal ragazzo a Coppélia. Swalinda decide di stare al gioco e intrattiene il dottore con delle danze; poi, inizia a correre nel laboratorio facendo cadere libri e bambole. Franz si risveglia e informato dell’inganno da Swalinda scappa con lei. Coppélius capisce di essere stato burlato e abbraccia la vera Coppélia, senza vestiti

Quadro II
Nella piazza del villaggio i festeggiamenti per la consegna della campana sono in pieno svolgimento: molte coppie si sposano e tra queste anche quella formata da Franz e Swalinda. Arriva anche il dottor Coppélius, furibondo con i due ragazzi per essere stato burlato: ha con sé Coppélia che, per rabbia, viene distrutta. I festeggiamenti continuano con varie danze.


Struttura del Balletto
Atto I
I. Prélude et Mazurka
II. Valse Lente
III. Scène
IV. Mazurka
V. Scène
VI. Ballade de l’Épi
VII. Thème Slave Varié
VIII. Czárdás
IX. Finale
Atto II, Quadro I
I. Entr’acte et Valse
II. Scène
III. Scène
IV. Musique des Automates
V. Scène
VI. Chanson a Boire et Scène
VII. Scène et Valse de la Poupée
VIII. Scène
IX. Boléro
X. Gigue
XI. Scène
XII. Marche de la Cloche
Atto II, Quadro II
I. Introduction
II. Valse des Heures
III. L’Aurore
IV. La Prière
V. Le Travail (La Fileuse)
VI. L’Hymen (Noce Villageoise)
VII. Le Discorde et la Guerre
VIII. La Paix
IX. Danse de Fête
X. Galop Finale






        A. Benignetti